Un filosofo fascista: Diego Fusaro

D’altronde non è poi così difficile, chiunque può riuscirci. Basta prendere il vocabolario, aprire una pagina a caso, scegliere la parola più complessa, o perlomeno più anacronistica, che si trova, metterla in una frase, senza curarsi troppo dei passaggi logici e delle dimostrazioni, e il gioco è fatto. Diego Fusaro ragiona così, lavora così e…